Illuminare

Passi 4.2 – Illuminare

RICOMINCIARE CON L’ALZHEIMERIlluminare “Illuminare vuol dire far vedere meglio, non abbagliare.” La luce può aiutare a vedere aspetti che sembravano poco chiari, ma se usata male può abbagliare e impedire di vedere. Anche le informazioni che troviamo sulle demenze possono aiutare a chiarire, ma possono anche scoraggiare.Ci sono di notizie, libri, corsi, confronti che abbagliano e altri che illuminano: spesso sta a noi scegliere quelli giusti. Ci sono luci che si fanno notare – che si mettono al centro ma…

0
Read More
Scandire il tempo con gli eventi di vita

Passi 4.1 – Scandire il tempo con gli eventi di vita

RICOMINCIARE CON L’ALZHEIMERScandire il tempo con gli eventi di vita “Sono gli eventi che segnano il tempo dentro di noi, ben più che l’orologio o il calendario.” Uno dei primi sintomi che salta all’occhio in una persona con demenza è il disorientamento temporale e questo può portarci a fare di tutto per ricordarle costantemente il giorno, il mese o la stagione in cui ci troviamo… Per chi ha la malattia di Alzheimer o altre forme di demenza è normale perdere…

0
Read More
Un libro in 6 domande

Attività montessoriane per le persone con demenza

UN LIBRO IN SEI DOMANDEAttività montessoriane per le persone con demenza Un nuovo suggerimento con UN LIBRO IN SEI DOMANDE per arricchire le nostre possibilità di prenderci cura in modo efficace di una persona anziana.Come sempre proponiamo libri significativi che trattano di anziani e di problematiche ad essi collegate e chiediamo agli autori o ai curatori di presentare la propria opera rispondendo brevemente a sei semplici domande, sempre le stesse, che possano dare un’idea del loro lavoro.Un modo rapido ed…

0
Read More
Vecchie

VECCHIE – Sei storie con gli occhi dell’altro

VECCHIE – Sei storie con gli occhi dell’altro Di fronte ad un anziano con demenza ci si può trovare spaesati o impauriti, a volte sorpresi. Donatella Basso, psicologa e psicoterapeuta che per molti anni ha lavorato a contatto con persone affette da demenza e con i loro familiari, con sei brevi racconti ci invita a guardare da un altro punto di vista per scoprire il vissuto che sta dietro a quelli che troppo sbrigativamente chiamiamo “disturbi comportamentali”. Sono sei storie ordinarie…

0
Read More
Accompagnare invece che stimolare

Passi 3.3 – Accompagnare invece che stimolare

RICOMINCIARE CON L’ALZHEIMERAccompagnare invece che stimolare “Non c’è niente di più paralizzante che chiedere a qualcuno di fare qualcosa quando è a disagio e sotto osservazione.” Una persona con demenza fa fatica a svolgere anche le azioni più semplici e a mantenere l’attenzione per comprendere gli stimoli che le arrivano. Se aggiungiamo anche la pressione della richiesta di prestazione (“Che giorno è oggi?… Fai le parole crociate!… Ti ricordi che cosa hai mangiato a mezzogiorno?… Come mi chiamo io?… Prova…

0
Read More
I limiti ci fanno esistere

Passi 3.2 – I limiti ci fanno esistere

RICOMINCIARE CON L’ALZHEIMERI limiti ci fanno esistere “Sono i limiti che determinano la nostra forma, che ci danno un nome.” Quello che siamo lo siamo perchè abbiamo una forma, perchè siamo de-limitati. Sono i nostri confini che dicono che esistiamo e che siamo fatti così. Senza confini semplicemente non esisteremmo, così come una forma geometrica (o un’area geografica, un’opera d’arte…) esiste e ha una sua identità riconoscibile solo a partire dai confini con cui viene disegnata. Riconoscere e accettare i…

0
Read More
Accettare i limiti

Passi 3.1 – Fare pace con i limiti

RICOMINCIARE CON L’ALZHEIMERFare pace con i limiti “Dobbiamo fare pace con la nostra limitatezza e imparare ad accettarla.“ Posso prendermi cura concretamente di qualcuno solo se lo accetto per quello che concretamente è e se mi accetto per quello che concretamente sono. L’unico spazio di libertà che abbiamo è quello di incidere sul reale così com’è, cominciando con il riconoscerlo e accoglierlo per quello che è, non di sognare o lamentarci per qualcosa (o qualcuno) che vorremmo fosse diverso. La…

0
Read More
Priorità e urgenze

Passi 2.5 – Le priorità superano e prevengono le urgenze

RICOMINCIARE CON L’ALZHEIMERLe priorità superano e prevengono le urgenze “Sono le priorità a dover selezionale le urgenze, non il contrario.“ Ci sono, nella cura, aspetti importanti che magari non saltano subito all’occhio ma che, se trascurati, rischiano di compromettere tutto.Quante volte vengono stabiliti dei controlli per il monitoraggio di una terapia ma, visto che sembra andare tutto bene, si rimandano le visite e gli esami, rischiando di doversi poi precipitare a cercare aiuto quando la situazione sembra scappare di mano!Quante…

0
Read More
2.4 Riconoscere le priorità

Passi 2.4 – Riconoscere le priorità

RICOMINCIARE CON L’ALZHEIMERRiconoscere le priorità “Dobbiamo dirci una volta per tutte quali siano le priorità. Potremmo scoprire che conta molto di più una presenza capace di accettare i deficit e creare un ambiente non giudicante che non una lotta contro i sintomi cognitivi, irreversibili, e la pretesa di controllare tutto.“ La tentazione è forte. Vorremmo trovare il modo di far recuperare un poco la memoria, di aiutare la persona con demenza a riconoscere i posti o le persone, a orientarsi…

0
Read More
Exameron

I sei giorni della Creazione e la cura della persona con demenza

I SEI GIORNI DELLA CREAZIONE E LA CURA DELLA PERSONA CON DEMENZA Da geriatra, per forza di cose, ho incontrato la demenza molte volte. Ma l’ho incontrata anche da figlio e da formatore in contatto con operatori e familiari. In tutti questi incontri ho trovato tante particolarità e tanti aspetti comuni, che per i percorsi strani e imprevedibili che spesso la vita ci propone, hanno trovato quasi naturalmente posto nel bizzarro ma appassionante percorso che ha preso forma nel percorso…

0
Read More
CONTATTI

Stefano Serenthà
via Achille Grandi 41 – 20845 Sovico (MB)
c.f. SRNSFN70H25F704R
p.IVA 10210440961

+393285688023

CONTATTAMI

VISITE GERIATRICHE

Visite geriatriche domiciliari e ambulatoriali

CONTATTAMI

 

CONTATTI SOCIAL